Amiamo i nostri genitori.
Amiamoli, soprattutto quando ci fanno incazzare. Lì è più difficile, ma amiamoli. E chiediamoci se li facciamo incazzare anche noi.
Amiamoli, per tutti i sacrifici che fanno per noi ancora oggi.
Amiamoli, se sono in Cielo o sulla Terra, se sono soli o sempre circondati d’affetto.
Amiamoli, quando li vediamo invecchiare, quando iniziano a sbocciare rughe sul loro volto.
Amiamoli, per tutti i castelli di sabbia che abbiamo fatto al mare.
Amiamoli, per tutte le attenzione che ci hanno dedicato.
Amiamoli, per tutte le disattenzioni che hanno avuto.
Amiamoli, con le loro imperfezioni e i loro modi di essere.
Amiamoli, pe le carezze avute e per i baci mai dati.
Amiamoli, anche se ti chiamano 100 volte a giorno, perché un giorno vorremo pagare oro per ricevere una loro telefonata.
Amiamoli, sorprendendoli noi con una telefonata o una sorpresa.
Amiamoli, sempre, ogni giorno, in ogni istante.
Amiamoli, perché siamo ciò che loro sono stati.
Amiamoli, anche se non vogliamo più vederli e sentirli. Fidatevi, è l’errore più grande che si possa fare.
Amiamoli, perché ora siamo genitori anche noi, e stiamo capendo tante cose, ma tante, così tante, ma così tante….
Amiamoli.