Atipici Rugby Bari (VIDEO)

Schermata 2018-10-02 alle 18.15.22
Videoracconti

Qualche giorno fa sono andato a trovare dei ragazzi che vivono in comunità e che due volte a settimana giocano e si allenano a rugby, loro lo chiamano rugby integrato, ovvero che unisce, che abbatte le differenze e brucia le etichette, che non peso ai problemi psichiatrici e psicologici, ai deficit, alla tua vita ma ti restituisce la fiducia, il senso della libertà e la voglia di lasciarsi andare e fare meta.

«La più bella vittoria l’avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacità di soffrire. Questo è uno sport che allena alla vita»
(JJP Kirwan)

Sono l’ASD TRUST e creatori del progetto sociale Atipici Rugby Bari.

Lo scopo di questo Laboratorio sul Campo è trasformare questa esperienza in un “territorio” di cambiamento e di liberazione, finalizzato a favorire il reinserimento e la reintegrazione psichica, sociale e relazionale di persone con vissuti di disagio di vario grado. L’obiettivo dello staff degli Atipici, composto da facilitatori specializzati, è creare ed offrire un modello alternativo d’intervento riabilitativo multidisciplinare che possa divenire valido strumento di confronto per l’inclusione sociale e per la lotta allo stigma di qualsiasi tipo, attraverso un lavoro d’implementazione e di coordinamento condiviso in rete, e finalizzato a favorire i bisogni necessari di integrazione reale della persona.

Questa è la loro storia, o meglio il loro allenamento, non li ho potuti intervistare approfonditamente e conoscerne il passato o la problematica, ma davvero importa poco, quello che conta è averli visti felici con la palla da rugby tra le braccia.

Alè.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *