Amici genitori, il senso di questo post è questo: NON ARRENDERSI!

Non arrendiamoci mai con i nostri figli, se decidiamo di gettare la spugna, dargliela vinta sempre, con i loro comportamenti, con le pretese, con i capricci, con le richieste, solo perché piangono o detestano alcune cose, vuol dire fargli del male, vuol dire non aiutarli davvero, intenerirsi e dire lascia stare è davvero troppo semplice, è la strada più facile da intraprendere, pensare di risolvere tutto con un “ok basta, come vuoi tu” e dimenticare. No. Cazzo. No.
Preferisco farmi odiare, farmi dire che non mi vuole più bene, che non mi vuole più vedere, preferisco che non mi rivolga la parola e si offenda, cambiargli le carte in tavola più e più volte, piuttosto che mollare e dargliela vinta, educandolo indirettamente a non credere in se stesso, a non lottare per raggiungere obiettivi, a tirarsi indietro davanti alle situazioni toste della vita, invece di affrontarle.
Non molliamo, non arrendiamoci mai, anche se staremo male, se piangeremo, anche se ci leverà il sonno e l’anima. Non arrendiamoci mai, qualsiasi cosa ci sarà da affrontare con loro in questo lungo e tortuoso cammino di genitori.
Sono convinto che un giorno ci diranno grazie. Anche solo con un sorriso e un abbraccio grande che ci ripagherà di tutto.
Forza! Sorridiamo ora, l’estate è alle porte.